- Appunti da un processo che riguarda noi tutti - trascrizione dell'udienza del pomeriggio

giovedì 15 dicembre 2016
(causa impegni lavorativi siamo impossibilitati a presenziare a tutte le udienze)

 

Ore 16.15 in aula

 

Nel corso della mattinata è stato ascoltato il maresciallo D’Agostino.

 

CONTROESAME da parte dell’avvocato Enrico Della Capanna avvocato in difesa di GERACE SALVATORE (capo 83 e 84)

Avv: Vorrei ripercorrere un po’ meglio le tappe sull’affare Sorbolo. Sarebbe iniziato dall’Azzurra Immobiliare… a chi faceva capo?

Mar. D’Agostino: venne costituita il 18/4/2000 da Falbo Leonardo e Falbo Francesco

Avv: faceva capo a Falbo Francesco e famiglia?

Mar. D’Agostino: Sì

Avv: nella società c’erano altre persone non familiari di Falbo?

Mar. D’Agostino: No

Avv: i terreni, ci sa dire quando furono acquistati dalla società di Falbo Francesco?

Mar. D’Agostino: Fra il 2005 e 2006 ci furono diversi acquisti

Avv: che prezzo fu pagato da Azzurra?

Mar. D’Agostino: Valore dichiarata di 1.6 milioni, in data 4/8/2005…

Avv: si riferisce a Falbo? Falbo Francesco quando fa la denuncia riferisce che i terreni furono acquistati al prezzo di 800.000 euro. Ci sono i rogiti che produrremo, il dato che risulta oggettivamente è questo.

Mar. D’Agostino: Quello che le sto dicendo non è di Falbo Francesco

Avv: le parlo di Azzurra

Mar. D’Agostino: Ci sono più atti registrati

Avv: ce ne sono due, la conosco bene la cosa

Mar. D’Agostino: La conosco bene pure io.

Il maresciallo elenca tutti gli atti

Avv: cosa c’entra con Sorbolo?

Mar. D’Agostino: Questo è quello che risulta a me

Avv: ne prendo atto

Mar. D’Agostino: Non ho le specifiche di quegli atti. Sono riferiti agli accertamenti patrimoniali della DIA

Avv: poi vende questi terreni o una parte di questi a tre società, mi sa dire quali sono?

Mar. D’Agostino: Il 7/4/2008 venduti a GEA immobiliare atto registrato l’11/4/08. Poi il giorno successivo GEA cede un lotto a K1 , terreno frazionato così come gli altri. 2008 e 2009 altre vendite da parte della GEA. Poi viene venduto alla Pitagora Costruzioni atto 14/5/2008, il 12/12/04 GEA cede a Tanya Costruzioni e tramite Azzurra a Giglio, poi GEA riacquista da Azzurra. Gea fraziona i terreni 9 lotti più piccoli. Altre vendite di terreni.

Avv: queste vendite vengono fatte da Azzurra a tre società che sono GEA, K1 e Aurora nella prima metà del 2008. In questo periodo chi erano i soci di queste 3 società che acquistano i terreni da Azzurra? Gliela faccio più facile: Cappa e Pallone erano soci di queste società ?

Mar. D’Agostino: Entrano nel febbraio del 2009

Avv: quindi è corretto dire che Falbo Francesco con la sua società Azzurra acquista i terreni, li rivende nella prima metà del 2008 a 3 società di cui è socio ma non sono soci Cappa e Pallone. Le chiedo queste società quanto li pagano questi terreni alla Azzurra?

Mar. D’Agostino: Dobbiamo ricominciare da capo, gliel’ho detto prima…

Il maresciallo D’Agostino ripercorre le vendite indicando i prezzi.

Avv: c’è quindi una azione speculativa molto importante da parte di Falbo Francesco. Le chiedo GEA, K1 e Aurora ha avuto modo di verificare con quale denaro acquistano questi terreni?

Mar. D’Agostino: No

Avv: ha verificato se GEA avesse ottenuto mutui per 4 milioni e 260.000 euro dalla Banca Carige?

Mar. D’Agostino: Il discorso dei mutui l’abbiamo verificato insieme all’amministratore dei beni giudiziari. Ci sono mutui anche presso la Banca Popolare di Mantova.

Avv: queste società ottengono denaro dal sistema bancario per circa 13 milioni

Mar. D’Agostino: Esce questa cosa

Avv: sono soldi che ricevono dalle banche?

Mar. D’Agostino: Ma noi troviamo anche quel rapporto che ho fatto vedere, della contabilità in nero

Avv: adesso ne parleremo del nero, le faccio io le domande. Intanto abbiamo pagato i terreni. Questi terreni sono stati urbanizzati, giusto?

Mar. D’Agostino: Fino a un certo punto perché c’è la discussione nel 2012 che Falbo doveva finire le urbanizzazioni. Non sono finite. Anche su questa parte ne parlerà l’amministratore

Avv: chi la fa questa urbanizzazione?

Mar. D’Agostino: La Sorbolo costruzioni

Avv: L’Azzurra?

Mar. D’Agostino: Le società di Falbo

Avv: quindi  la società di Falbo compra il terreno e ottiene l’incarico di urbanizzarlo. Ci sa dire da parte di quali società e quali immobili fossero quelli edificati sui terreni?

Mar. D’Agostino: Appartamenti e villette

Avv: lei non ha verificato quali soggetti? Ha ascoltato solo le intercettazioni?

Mar. D’Agostino: No, gli accertamenti patrimoniali sono stati fatti dalla Guardia di Finanza, si sono occupati della parte… (viene interrotto)

Avv: la prego di rispondere alle domande che le espongo, gradirei che le risposte fossero relative ai fatti, il testimone deve riferire sui fatti

Mar. D’Agostino: Non sto facendo supposizioni, i CC di Modena non si sono occupati di questo, risponderanno loro di questo. La DIA e la GdF di RE e MO. Non li abbiamo sequestrato noi, non abbiamo fatto nessun accertamento connessa a questa attività.

PM Mescolini: ho il capitolato fatto dalla procura: i beni sono stati verificati da altre persone che potranno rispondere alle domande di questo genere. Su questo risponde chi ha fatto le indagini su questo.

Avv: non è sufficiente perché ieri e oggi abbiamo sentito il maresciallo intervenire su afflussi di denaro venuti dalla cosca, appalti e subappalti che sarebbero arrivati dalla cosca, sapere di cosa stiamo parlando mi sembra una premessa… per valutare l’attendibilità del teste

PM: ma lui queste cose non le sa!

Avv: è interesse della difesa far comprendere quale possa essere l’accuratezza sulla quale il maresciallo ha riferito e sulla quale ha basato le proprie supposizioni. Faccio un’altra domanda… (viene interrotto)

PM: ma il maresciallo non ha parlato di questo.

CARUSO: possiamo evitare la polemica?

Avv: non le risulta che queste società abbiano provveduto alla costruzione degli immobili?

Mar. D’Agostino: Ho detto che ho dovuto fare una sintesi, solo il capitolo Sorbolo erano quasi 300 pagine, ho sintetizzato

CARUSO: non è che dalle intercettazioni risulta questo?

Mar. D’Agostino: Risulta che sono in atto delle costruzioni

CARUSO: può dire sì o no

Mar. D’Agostino: Sto spiegando che stavano costruendo. Emergeva dalle intercettazioni, il numero preciso 28 appartamenti, ecc. So solo che stavano costruendo tutte e tre

Avv: lei ha riferito un fatto, ovvero che l’appalto per queste costruzioni  fu dato a un’altra società, la Sorbolo Costruzioni, questa società di chi era?

Mar. D’Agostino: Sempre riconducibile a Falbo Francesco

Avv: era socio e amministratore unico?

Mar. D’Agostino: Controllo, penso di sì

PM: sono tutte documentabili

Avv: il teste ha parlato a lungo, vorrei valutare il livello di qualità delle conoscenze del teste, altrimenti è inutile. Queste persone sono in aula (l’avvocato si gira verso il pubblico) e hanno ascoltato il maresciallo. Il bene comune dovrebbe portare a far conoscere a questi ragazzi che studiano (si riferisce agli studenti usciti alle 16 dall’aula)

CARUSO: avvocato… Faccia la domanda

Avv: lei ha avuto modo di esaminare il contratto di appalto fra la Gea e la Sorbolo, avente ad oggetto verificazioni di questi fabbricati su terreni che erano originariamente di Azzurra?

Mar. D’Agostino: Quello della Sorbolo secondo me sì, ma se mi chiede il contenuto del documento, sinceramente…

Avv: le risulta che il contratto di appalto fra Sorbolo e K1 per la costruzione di 5 condomini prevedesse il corrispettivo di 4 milioni…

PM: opposizione, tutto questo è oggetto di tema e di prova di altri testimoni, questa è una prova mnemonica!

CARUSO: opposizione accolta

Avv: vorrei capire se ho ragione di valutare l’attendibilità del teste su Sorbolo

Mar. D’Agostino: Per quanto riguarda forse la Sorbolo sì, altri contratti ora non li ricordo. Degli appartamenti sono stati venduti a persone che non erano appartenenti… (viene interrotto)

Avv: ha avuto modo di verificare quali importi siano stati pagati da GEA a K1 da Aurora a favore di Sorbolo in virtù dei contratti di appalto?

PM: ho detto che queste cose … (viene interrotto)

AVV: quanto hanno pagato?

Mar. D’Agostino: Non lo so. Come sopra.

Avv: quando lei dice che l’affare Sorbolo ci sarebbe stato del nero, che sarebbe arrivato del denaro da Grande Aracri lei lo dice senza conoscere i numeri. Comunque il maresciallo probabilmente ci ha riferito quello che è venuto a sapere dalle intercettazioni, non ha un livello di conoscenza diretto.

 

Avv:  Esaurito questo parlerei del mio assistito GERACE SALVATORE. Sa dirmi quando Gerace entra nella questione Sorbolo?

Mar. D’Agostino: Nel gennaio 2011 quando c’erano le intercettazioni c’era già, prima non so. Era legato a Falbo e Pallone, lavorava soprattutto con loro, non le so dire quali società

Avv: era legato a questo mondo ma non sa dire con quale funzione, anche io sono un soggetto legato al tribunale, perché sono un avvocato. Da quello che ho capito lei non conosce Gerace

Mar. D’Agostino: Lo conosco per come emerge dalle intercettazioni e dai fatti che ho riscontrato, la partecipazione continua alle riunioni… Un ruolo lo aveva avuto se era alle riunioni, un ruolo lo aveva avuto per quello che dice nelle intercettazioni!

Avv: la natura di questo ruolo è rilevante?

Mar. D’Agostino: Non è rilevante, è un soggetto dipendente di una delle società

Avv: è stato assunto dalla GEA con contratto il 14/4/2009

Mar. D’Agostino: Era un dipendente di una società immobiliare, non ricordavo di quale. Falbo ci dice che Gerace entra con Pallone.

Avv: Gerace lavorava anche alle dipendenze di un’altra società?

Mar. D’Agostino: Aveva uno stretto legame con la Giovinazzo, esatto?

Avv: esatto

Mar. D’Agostino: Quindi lo conosco un pochino…

 

Avv: Gerace lavorava 4 ore da una parte e 4 dall’altra. Le risulta che partecipasse alle riunioni di quartiere del comune di Parma come consigliere e recepisse dei gettoni di presenza?

Mar. D’Agostino: Non saprei risponderle

avv:  conosce una società che si chiama STS (Centro Assistenza Tecnica CAT) che gestisce i servizi presso la questura di Parma?

Mar. D’Agostino: no

avv: oltre a tutto questo, le risulta che facesse attività come collaboratore presso questa società?

Mar. D’Agostino: No

Avv: questo è il livello di conoscenza del teste del mio assistito, circa la natura professionale! Lei ha fatto riferimento nella sua testimonianza a una telefonata che Gerace avrebbe fatto il 6/4/10 a Giglio Giuseppe nella quale riferiva che Euro Grande sollecitava il pagamento di un certo importo di 79.000 euro. Ci sa dire cosa c’entra Euro Grande in questo ambito? Euro Grande è un nome che evoca Grande Aracri Nicolino…

PM: opposizione, non è vero!

CARUSO: è di Grande Aracri Francesco

Avv: perfetto, il fratello, una di quelle società alle quali Sorbolo avrebbe subappaltato dei lavori

PM: Ha parlato della Pilotta

Avv:vorrei sapere se sa quale ruolo ha avuto nell’ambito dei rapporti la società Euro Grande con questi soggetti

PM: mi oppongo!

Avv: che cosa ha fatto, per chi, quando, dove?

Mar. D’Agostino: Io ho parlato dell’appalto di quella costruzione, ho citato le conversazioni fra aprile e luglio del 2010 ci sono diverse conversazioni, un giro di false fatture che coinvolgeva la Medea e i soci erano Giglio e Falbo. Coinvolgeva la Pilotta.. tutte quelle società…

Avv: sulla scorta di quali elementi afferma che ci sono state false fatturazioni?

Mar. D’Agostino: Sulla base di quelle intercettazioni in cui lo stesso Gerace parlava di un giro di fatture

Avv: non è che si parlava di pagamenti?

Mar. D’Agostino: Di queste telefonate ho già parlato nelle prime udienze, quando parlavo di Point Break, non è una, ci sono tantissime intercettazioni. E’ un dato di fatto di cui ho già parlato, oggi ho richiamato una o due intercettazioni in cui richiamavo quel giro.

Avv: il dato oggettivo è l’intercettazione, la telefonata, il contenuto della captazione lo possiamo valutare noi

CARUSO: qual’è la domanda?

Avv: le dice qualcosa il cantiere “Corte Bolognese ad Est” (…)

Mar. D’Agostino: Ne ho parlato pure all’ultimo, pure adesso

CARUSO:non si indispettisca, risponda

Avv: non si deve indispettire, stia tranquillo. Cos’è il cantiere “Corte Bolognese ad Est” (…)

CARUSO: ma che domanda è?

Mar. D’Agostino: Allegata alla documentazione c’è il contratto stipulato fra la Pilotta e la Euro Grande per la realizzazione di immobili. C’è il contratto di appalto nel cantiere di cui parla

Avv: fra la Pilotta e la Euro Grande che risale a prima dell’intervento di Sorbolo?

Mar. D’Agostino:  13 Marzo 2008 per la realizzazione di immobili, volendo lo possiamo stampare e lo leggiamo, c’era la ristrutturazione di un immobile

AVV: A Reggiolo

 

Avv: si evince che Gerace appartiene alla cosca quando dalle intercettazioni si evince che lui parla di 79.000 euro da pagare a Euro Grande, quindi vorrei capire se si trattasse di questo affare di Reggiolo.

Mar. D’Agostino: Non ho detto che Gerace è stato indagato per la fattura. E’ un giro di fatture che coinvolge, probabilmente, legato a questo. Ci sono diversi giri. Ci sono due ditte collegate a quell’appalto. Probabilmente il giro corrisponde anche anche a questo.

 

Avv: lei ha fatto riferimento a 3 assegni, che ha mostrato in aula, che sarebbero stati tratti sui conti correnti della Banca Popolare del Mezzogiorno ai soci della SIRI. Le risulta che questi assegni non siano stati pagati perché privi di copertura?

Mar. D’Agostino: Mi sembra di sì, francamente non erano coperti, Falbo dice che siccome erano di Villirillo li aveva anche restituiti. Emerge che Cappa restituiva i soldi a Villirillo. C’è la prova che Cappa da quegli assegni… se poi sono stati incassati non lo so.

Avv: lei dice i soldi sarebbero arrivati da Villirillo in parte con questi assegni… lei nella precedente udienza afferma “questo è un continuo”

PM: obiezione, non ha mai detto “questo è un continuo”

Avv: non ho i verbali ma sul sito facebook ho letto: “Le società non riescono a coprire le rate dei mutui. Avevano 11 milioni di euro di immobile invenduto. Non hanno venduto a causa della crisi. I soldi da giù sono arrivati, sono arrivati da Cutro e dalla Svizzera. Sono quei tre assegni (mostrati poc’anzi) di Villirillo. Che poi siano arrivati altri… vi farò vedere, è un continuo.”

CARUSO: che c’entra facebook?

PM: fa le battute così liberamente, lei sta facendo solo battute…

Avv: sto cercando di ricostruire i fatti. Andiamo avanti, lei ha parlato di soldi che sarebbero venuti dalla Svizzzera in particolare fa riferimento alle intercettazioni nel corso delle quali Cappa spiegava a Falbo perché questo teneva in piedi l’affare economicamente. Questi soldi erano serviti a finanziare parte dei cantieri. Avete verificato se questi soldi sono arrivati e come sono stati utilizzati nell’affare Sorbolo?

Mar. D’Agostino: Su quale nome su quale società avremmo dovuto verificare?

Avv: avete fatto delle erogatorie per verificare…

Mar. D’Agostino: Mi sono riferito a quella telefonata … se lei legge l’informativa si parla dei soldi che rientrano dalla Svizzera, non diciamo altro… (viene interrotto)

Avv: ma mi scusi, è una cosa assurda, resto esterefatto!

CARUSO: non interrompa

Mar. D’Agostino: Se lei legge c’è il riferimento alla telefonata. Nel 2013, allora non avevamo contezza

Avv: lei non è a conoscenza di questi soldi?

Mar. D’Agostino: Può essere valutato come un riscontro di quello che ci dice Giglio

AVV: si tratta di una supposizione sua?

PM: ma come di una supposizione?!

Avv: Non potrebbe essere possibile che non fossero di Grande Aracri, ma di Giglio e che non avessero nulla a che vedere con la cosca? Il teste ha riferito che i soldi da giù sono arrivati, da Cutro e dalla Svizzera, sono quei 3 assegni (l’avvocato ripete il post della pagina Processo Aemilia). Un conto è che sono arrivati dalla Svizzera se provenivano dalla cosca di Grande Aracri… sono supposizioni

Mar. D’Agostino: L’elemento concreto da cui siamo partiti e che ho detto stamattina è dato dal fatto di tutte quelle ambientali che i CC di Crotone registrano in carcere e dentro casa di Grande Aracri Nicolino dove c’è quella pretesa di restituzione che si collega al fatto che i nostri protagonisti sono chiamati a giustificarsi di quello che sta succedendo quassù

Avv: io le parlavo della Svizzera

Mar. D’Agostino: Più chiaro di così non so come dirle

 

Avv: i famosi 250.000 euro di Villirillo, le risulta che lui e Cappa avessero un capannone che a un certo punto fu venduto da Villirillo e che dovesse 250.000 euro a Cappa per la vendita di questo capannone?

Mar. D’Agostino: Ne ho sentito parlare

Avv: ne ha sentito parlare

Mar. D’Agostino: Ma del resto le ho anticipato le conversazioni telefoniche nel 2006 fra Cappa e Villirillo quando è chiamato da Grande Aracri per giustificarsi, quando Villirillo e Cappa parlano di affari che stavano facendo nel veronese, non ricordo.

Avv: qua siamo nel 2011

Mar. D’Agostino: Degli affari ne avevano

Avv: con riferimento al mio assistito ha fatto riferimento ad una intercettazione nel corso della quale Gerace Salvatore, Cappa, lei dice, avvisa Gerace dell’arrivo di Villirillo al quale doveva essere consegnato qualcosa di non meglio precisato.

L’avvocato cita l’intercettazione in merito alle “mattonelle”:

Così accadeva ad esempio il 14.05.2011 quando CAPPA, cercando di dissimulare la telefonata,

avvisava GERACE dell’arrivo di VILLIRILLO Romolo (del quale era anche fornita l’utenza a

lui intestata 3938136969) a cui doveva essere consegnato un qualcosa di non meglio precisato

(CAPPA: “ma ti ha chiamato Gigetto ieri ? (…) ma te l'ha date gia le mattonelle? (…) se te le da

stamattina presto... se vai a ritirarli ora, io già me le faccio avere qui per mezzo giorno...perchè ti

mando ad uno... allora siccome c'è Romolo che viene qua no... che ha la macchina mia... (…)

siccome loro non si parlano mi capisci ? Se tu vai a prenderli, glieli dai a Romolo tu e poi... che

Romolo tra un'altra ora dovrebbe partire...”).

 

Avv: sarebbe a suo dire del fatto che il mio assistito si sarebbero recato a prendere delle “mattonelle” simulando in realtà qualcosa di diverso da consegnare a Villirillo Romolo. Lei ha idea di quale fosse il soggetto dal quale doveva recarsi?

Mar. D’Agostino: No

Avv: le dice niente Villirillo Luigi?

Mar. D’Agostino: Il fratello

Avv: questo è il cugino” Ceramiche CerService” di Luigi Villirillo. Che forniva materiale a Sorbolo. Faccio un riferimento alle intercettazioni del 14/5/2011 Gerace che deve andare a ritirare le mattonelle da “Gigetto” fa riferimento a tale …“Biglia” (incomprensibile) ha provato a verificare chi fosse?

Mar. D’Agostino: No, lei prima si riferiva alla Sorbolo Costruzioni. Quando siamo andati dal curatore, il curatore ci ha dato un computer che prima del sequestro era stato pulito, la contabilità non c’era. A parte qualche registrazione, qualche scheda contabile di qualche mese. Quando ho parlato oggi di queste società che avevano fatto i lavori per la Sorbolo, ho parlato di una o due fatture,perché rileviamo le schede di maggio e giugno, lì ci sono. Ma se lei mi chiede “questa ditta ha lavorato nel 2011”, noi le schede non le abbiamo trovate.

Avv: avevo fatto un’altra domanda, se si fosse posto il problema di chi fosse Gigetto e lei mi ha risposto di no. Lei ha riferito di un fatto del 21/5/11 quando Cappa chiede a Gerace Salvatore di ritirare una busta da Villirillo Romolo.

 

Il maresciallo legge una intercettazione

Alle 17.56 del 21.05.2011 GERACE si sentiva direttamente con VILLIRILLO Romolo che gli riferiva: “mi ha chiamato Sal.. si tutto bene.. mi ha chiamato Salvatore (CAPPA).. che vi devo dare una busta (…) io sono a Cutro, in questo momento”. Dato che GERACE si trovava a Crotone si accordavano per risentirsi più tardi: “dai, ti chiamo magari o stasera o domani Romolo, tanto io parto lunedì”

L’avvocato ne cita un’altra delle 17.54 del 21/5/11:

Più eloquenti erano le conversazioni intercettate tra il 21 ed il 23.05.2011: inizialmente, dopo essere

stato informato da VILLIRILLO (“li tengo tutti io nella macchina… quelli di Stefano e quelli

da...”), CAPPA esortava quest’ultimo a non recarsi ai pullman dato che a Cutro vi era GERACE

Salvatore e la busta gli poteva essere recapitata tramite detto personaggio (“se hai tutto tu in

macchina c'è l'ingegnere a Cutro... Gerace (…) glieli dai a lui e li porta lui senza che andiamo da

qua a la e poi ce ne torniamo”), del quale forniva l’utenza (3208734071).

Avv: parlano Cappa e Villirillo alle 17.54 e Villirillo dice a Cappa “li tengo tutti io nella macchina quelli di Stefano e quelli di da… “

Mar. D’Agostino: Due minuti dopo avviene la telefonata che le dicevo alle 17.56

Avv: quindi è evidente che fanno riferimento a quello che si sono detti, “tengo tutti io nella macchina quelli di Stefano e quelli da…” Vi siete interessati a cercare di capire chi fosse questo Stefano?

Mar. D’Agostino: Non ricordo neanche la telefonata, se non c’è scritto…

Avv: un gioielliere di Catanzaro amico di Cappa Salvatore

Mar. D’Agostino: Non lo so, io ho parlato di quando Gerace dice a Villirillo “gli devo dare una busta”, punto.

Avv: è Villirillo che chiama Gerace

PM: non è che se uno chiama, chi chiama….

Avv: volevo invertire l’ordine, Villirillo e Cappa si chiamano prima. Villirillo contatta l’ingegnere per sapere dove consegnare la busta.

 

L’avvocato e il maresciallo si confrontano sulle intercettazioni telefoniche del maggio 2011.

 

Mar. D’Agostino: Nel momento in cui cito migliaia di telefonate… sono tutte registrate, tutti i dati, a me non interessa chi chiama chi, mi interessa il contenuto. Io non le ho citate queste cose per una comodità, sennò eravamo ancora alla terza udienza… non ci stavamo

Avv: sa quale fosse il contenuto di questa busta?

Mar. D’Agostino: No

 

Avv: veniamo ai 6.000 euro che Villirillo avrebbe mandato a Cappa il 4/8/11. Ricorda il contenuto della telefonata fra Cappa Salvatore e Pallone Giuseppe il 3/8/11 alle 17.30? Qual è stato il contenuto della conversazione

Mar. D’Agostino: Se sapevo i numeri me li giocavo… facciamo il contrario, io le dico i numeri e lei mi risponde, io non sono capace!

 

L’avvocato legge:

La sera del 03.08.2011 PALLONE informava CAPPA (tornato in Calabria per il periodo di ferie) di

aver ricevuto la dispertata telefonata di GERACE Salvatore (“mi ha chiamato l'ingegnere

disperato, perchè lo ha chiamato di nuovo quello della banca... io...”) per la copertura di due

assegni. CAPPA lo esortava a sentire GIGLIO affinché si adoperasse per la copertura di almeno un

titolo, perché per “l'altro lo facciamo noi...”.

 

Maresciallo D’Agostino: I soldi alla fine vengono messi sul pullman. Buste che vanno su e giù. Si parla di 6000 euro che vengono messi in questa busta e trasportati sul pulman.

 

AVV: ha detto che dice a Cappa, dagli il CRO, ci può spiegare?

Maresciallo D’Agostino: questa è la prima fase, quando fa un bonifico deve indicare il codice IBAN. Dopodiché quando viene effettuato il bonifico che viene dato il codice IBAN effettuata l’operazione viene dato il numero di CRO (non conosco l’acronimo), lo troviamo su internet so che ci va, quando uno ha il numero del bonifico si reca in banca e dice all’impiegato mi sta arrivando questo bonifico. Il fatto di dare il numero del CRO significa che i soldi stanno arrivando.

 

Avv: Gerace quando dice fatti dare il CRO perché vuole rendere immediatamente tracciabile l’operazione?

Maresciallo D’Agostino: No, l’operazione è già tracciata

 

 (L’audio in aula è pessimo)

 

avv:  lei sa quale fosse l’assegno insoluto che il povero Gerace voleva coprire con tanta fretta?

Maresciallo D’Agostino: Se lei mi dice per quale fattura…

Avv: un assegno che la K1 aveva…

Maresciallo D’Agostino: Per quale motivo una società da un assegno a un’altra società? E’ relativo a dei lavori effettuati, se mi chiede qual è la fattura…

 

Mar: ho detto che deve essere coperto questo assegno, sicuramente c’è una fattura, l’importo non lo so qual è, per noi è rilevante il fatto che totalmente o parzialmente è stato coperto con 6.000 euro messi a disposizione di Villirillo Romolo. A un certo punto decidono di fare questo finanziamento, non ci riescono e prendono questi soldi di Villirillo in una busta e li mandano a Parma. L’avvocato ci dice è di 17.000 euro. Magari è stato Giglio a coprire l’altra parte, sto pensando… su sta parte pensaci tu… Alle 12.25 Pallone conferma a Cappa che sono andati in banca a coprire.

Avv: Li ha messi Cappa Salvatore?

Maresciallo D’Agostino: Cappa incontra Villirillo a Cutro per recuperare questa somma

 

Avv: ha fatto riferimento a una telefonata il 18/2/11delle 20.25 nella quale Falbo Francesco diceva a Gerace di firmare per conto di Pallone Giuseppe. Cosa disse Gerace in merito a questa richiesta fatta da Falbo Francesco?

Maresciallo D’Agostino: Non accetta di firmare.

Il maresciallo D’Agostino cita l’intercettazione.

Avv: avrei altre due domande…

 

Viene concessa una pausa per permettere al teste di prendere fiato.

 

  • Sono costretta ad uscire prima del termine dell’udienza per potermi recare alla presentazione del sito “Mafie sotto Casa” essendo fra i relatori. Sono fiera di aver contributo alla nascita di questo importante progetto. L'idea del sito è della vulcanica Rebecca Righi.

a cura di: S.N.

RASSEGNA STAMPA

cliccare sulla foto per ingrandire e, se presente, su "GO TO LINK"

 
 

Sito gestito in forma puramente volontaria a cura di: movimento Agende Rosse di Salvatore Borsellino - gruppo Mauro Rostagno - Modena