I NOSTRI INCONTRI NELLE SCUOLE

- Istituto Professionale Cattaneo-Deledda – Modena - classi IV e V
2017 - progetto “Æmilia e il radicamento mafioso in Emilia-Romagna” con relativa presenza di studenti e insegnanti durante un’udienza del processo Æmilia


- Istituto Istruzione Superiore Ettore Majorana – San Lazzaro di Savena (BO) - classi IV e V
2017 - progetto “Æmilia e il radicamento mafioso in Emilia-Romagna” su invito del gruppo Agende Rosse - Attilio Manca - Bologna


- Scuola Media Statale F. Berti – Prignano sulla Secchia (MO) - due classi di III
2018 - progetto “La mafia spiegata ai ragazzi”
2019 - progetto "Aemilia il più grande processo contro la 'ndrangheta"


- Scuola Primaria Saliceto Panaro – Modena
2018 - progetto “La mafia spiegata ai ragazzi” (adattato per le classi quinte) - classe IV
2018 - progetto “La mafia spiegata ai bambini - L'invasione degli scarafaggi” - due classi di II

2019 - progetto "Giovanni e Paolo a 300 passi" - due classi di III
2019 - “La mafia spiegata ai bambini”
serata aperta a tutta la scuola: bambini e genitori


- Scuola Primaria A. Martini – Moglia (MN)
2019 - progetto “La mafia spiegata ai bambini” - due classi di seconda


- Istituto istruzione superiore G.A. Cavazzi – Pavullo (MO) - classi II - III - IV - V

2019 - progetto “Æmilia e il radicamento mafioso in Emilia-Romagna”

- Istituto Galvani Iodi - Reggio Emilia -

2019 - intervento nel corso del XXVII Anniversario delle Stragi di Capaci e Via D’Amelio

PER LA SOVVENZIONE DI QUESTI PROGETTI CHIEDIAMO UNA TAZZA DI CAFFE' E LA COMPRENSIONE NEL TROVARE LE DATE PER GLI INCONTRI, DOVENDO UTILIZZARE LE NOSTRE FERIE

“... Per vincere la guerra contro la mafia io ho da suggerire una cura a lunghissimo termine: l’intervento dei maestri elementari. Io credo che siano i maestri elementari la nostra arma segreta, quelli che riusciranno, se riusciranno, a curare quell’analfabetismo morale, quel brodo di cultura da cui la mafia tra le sue linfe”.

Gesualdo Bufalino (Comiso 15/11/1920 - Vittoria 14/6/1996) scrittore, poeta e aforista

PRIMARIA
La mafia spiegata ai bambini - L'invasione degli scarafaggi

PROGETTO BASE

1 - L'invasione degli scarafaggi
Racconto animato con proiezione delle immagini del libro

“La mafia spiegata ai bambini - L’invasione degli scarafaggi” - ed. BeccoGiallo
Trama del libro: a Castelgallo, un colorato paese affacciato sul mare e abbracciato dalle montagne, si è diffusa una strana malattia. Gli abitanti hanno cominciato a trasformarsi in disgustosi scarafaggi. Ma c’è un filo conduttore tra le vittime di questo morbo: tutti hanno compiuto degli atti criminali, piccoli e grandi. Ci sono bulli e prepotenti, taglieggiatori ed estorsori, speculatori criminali e rapinatori. Anche la scuola elementare ha il suo elenco di malati, ragazzini che mostrano i segni di quella bizzarra malattia che alcuni, timidamente, cominciano a chiamare “mafia”. E tra questi, ci saranno anche degli insospettabili: persone che con il loro silenzio hanno permesso al male di diffondersi. Spetterà a un giovanotto coraggioso, Alberto, ricordare ai suoi compagni e agli altri abitanti di Castelgallo che è possibile combattere quella malattia… e che anzi, conviene!
GLI AUTORI: Marco Rizzo, giornalista e sceneggiatore, per BeccoGiallo ha pubblicato “Peppino Impastato”, “Que viva el Che Guevara”, “Mauro Rostagno” e “Ilaria Alpi”, per Rizzoli-Lizard “Gli ultimi giorni di Marco Pantani”, per Castelvecchi “Supermarket Mafia”. Lelio Bonaccorso, disegnatore, ha pubblicato “Peppino Impastato” (BeccoGiallo), “Que viva el Che Guevara” (BeccoGiallo), “Gli ultimi giorni di Marco Pantani” (Rizzoli-Lizard).
Seguendo la linea tracciata della trama il racconto verrà modificato attraverso l'interazione con i bambini e i docenti, andando a focalizzarsi nei punti in cui i bambini mostreranno maggior interesse.


2 - Spazio per le domande e/o le osservazioni


3 - Proiezione del cartone animato
“Giovanni e Paolo - e il mistero dei pupi” - Il film d’animazione, della durata di 26 minuti, è stato trasmesso per la prima volta da Rai3 nel luglio del 2010. È dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e racconta la storia di due bambini che, nella Palermo degli anni Cinquanta, affrontano un mago cattivo, in grado di far trasformare chi lo contrasta in pupi da schiavizzare. La pellicola, come facilmente intuibile, si presenta come una grande metafora della vita dei due giudici, impegnati da sempre nella lotta contro le mafie. Una valida occasione, dunque, per tenere vivo il ricordo o, ancor meglio, far conoscere ai giovanissimi le importanti figure di Falcone e Borsellino e gli eventi drammatici che sconvolsero il nostro Paese nel 1992. Coprodotto da Rai Fiction e Larcadarte, con lo studio di animazione Musicartoon di Roma e la collaborazione della Regione Sicilia, ha vinto numerosi premi tra i quali il IX Premio Rocco Chinnici, il Premio Alta qualità per l’infanzia-Il Grillo, il Premio Naxos. E’ stato proiettato alla cerimonia di apertura dell’edizione 2010 del Giffoni Film Festival. Dedicato ai bambini dai 6 ai 14 anni.


4 - Spazio per le domande e/o le osservazioni


5 - “Pollice su - Pollice giù”: i bambini verranno separati in piccoli gruppetti e attrezzati con matite colorate e due cartelloni con il pollice in su e il pollice in giù dove andranno a collocare le parole rimaste loro più impresse.


6 - Laboratorio grafico e/o di scrittura
rimanendo in gruppi i bambini verranno invitati a realizzare un disegno,  uno scritto e/o un fumetto per rappresentare le loro impressioni.


7 - Consegna dell’attestato di partecipazione
al progetto “La mafia spiegata ai bambini”


8 - Il diario del progetto
consegna, in un secondo tempo, di un piccolo diario - in formato pdf - del lavoro realizzato insieme.

- DURATA DEL PROGETTO CIRCA 4 ORE -

concordabili a seconda delle esigenze

PROGETTO REALIZZATO PER:
Scuola Primaria Saliceto Panaro – Modena

Scuola Primaria A. Martini - Moglia (MN)

 
PRIMARIA
Paolo e Giovanni a 300 passi
Cosa sognavano Paolo Borsellino e Giovanni Falcone da bambini? Quali erano le loro paure e le loro speranze? Cosa leggevano, cosa amavano fare, come e con chi giocavano? Avvicinare i bambini a Paolo e Giovanni impararando a conoscerli attraverso la loro infanzia per cancellare quella distanza causata a volte da figure mitizzate e quindi lontane e ineguagliabili.

1 - Riepilogo del progetto base "L'invasione degli scarafaggi"

2 - Paolo e Giovanni a 300 passi

Nel progetto base si è parlato di mafia attraverso due racconti inventati, con questo progetto iniziamo a raccontare la storia di due amici, dei loro sogni, della loro infanzia e di ciò che insieme hanno saputo realizzare.

3 - Visione del cortometraggio "U muschittieri"

Il cortometraggio ha ricevuto la 'menzione speciale' al Gargano FilmFest XII Edizione - Provo.Corto 2019 con la seguente motivazione: Per la delicatezza e la cura con cui racconta l’infanzia di una figura chiave della nostra storia recente attraverso simboli e sentimenti, la giuria assegna la menzione speciale a U Muschittieri di Vito Palumbo.

Ispirato dal libro "Il bambino Giovanni Falcone" di Angelo Di Liberto.

4 - Io ricordo

Visione di alcune parti del film/documentario "Io ricordo" riconoscimento di Progetto Speciale dal MIBAC Ministero dei Beni Ambientali e Culturali.
Film tratto dal libro "Per questo mi chiamo Giovanni" di Luigi Garlando.

5 - L'albero di Paolo e Giovanni

I bambini scriveranno i loro pensieri sui bigliettini che andranno poi ad attaccare all'"albero di Paolo e Giovanni" disegnato su un cartellone.

6 - Consegna dell’attestato di partecipazione
al progetto “Paolo e Giovanni a 300 passi"


7 - Il diario del progetto
consegna, in un secondo tempo, di un piccolo diario - in formato pdf - del lavoro realizzato.

- DURATA DEL PROGETTO CIRCA 4 ORE -
concordabili a seconda delle esigenze

Disegni tratti dal libro "Falcone e Borsellino paladini della giustizia" di Francesco D'Adamo

PROGETTO REALIZZATO PER:
Scuola Primaria Saliceto Panaro – Modena

 
 
SECONDARIA - primo e secondo grado
AEmilia, il più grande processo all'ndrangheta
 
Il processo AEmilia è, a tutt'oggi, il più grande processo mai celebrato contro la 'ndrangheta. Come si è arrivati a questo punto? Raccontiamo Aemilia partendo dalla legge dei soggiornanti obbligati fino ad arrivare ai giorni nostri.

1 - presentazione del movimento agende rosse
Perchè il movimento delle Agende Rosse ha scelto questo nome?
Quando e perchè si è formato? Una breve presentazione del movimento.


2 - le principal organizzazioni mafiose italiane
Quali sono le principali organizzazioni mafiose italiane?


3 - 1958 il soggiorno obbligato in l'emilia-romagna
Dal 1958 in poi quali sono i boss mafiosi arrivati in Emilia Romagna? Una panoramica di nomi "eccellenti" arrivati nella nostra regione.



​4 - L'effetto distruttivo delle mafie
Importante ricordare l'effetto altamente distruttivo che le mafie stanno arrecando al nostro Paese.



5 - La nascita delle leggi contro la mafia
In Italia abbiamo tre leggi fondamentali per combattere le organizzazioni di stampo mafioso: il 416 bis, il 41 bis e il 416 ter. Come e perchè sono nate? Perchè è fondamentale che anche in Europa queste leggi vengano recepite?



​6 - Aemilia - le origini
Aemilia è il più grande processo contro la  'ndrangheta mai celebrato in Italia, il secondo maxi-processo, per importanza, dopo quello celebrato a Palermo grazie a Falcone e Borsellino. Per raccontare una intricatissima inchiesta è fondamentale iniziare da ciò che l'ha originata.



7 - Aemilia - il processo
195 le udienze per arrivare alla storica sentenza di primo grado. Tentiamo di raccontarle attraverso alcune tappe fondamentali.



8 - divulgare le informazioni: il nostro impegno
Avendo compreso di essere di fronte a un processo dall'importanza storica abbiamo scelto di impegnarci nel diffondere il più possibile le informazioni creando la pagina facebook processo Aemilia, il relativo sito web www.processoaemilia.com, organizzando incontri e progetti per le scuole.



9 - oltre Aemilia - le intricatissime ramificazioni
Aemilia è stata solo la punta dell'iceberg: da questa inchiesta le ramificazioni sono innumerevoli e tuttora in corso.



10 - consegna degli attestati di partecipazione



11 - Il diario del progetto
Invio di un diario - in formato pdf - del lavoro realizzato in classe.

- DURATA DEL PROGETTO CIRCA 4 ORE -

concordabili a seconda delle esigenze

PROGETTO REALIZZATO PER:
Scuola media Statale F. Berti – Prignano sulla Secchia (MO)

- Istituto istruzione superiore G.A. Cavazzi – Pavullo (MO) - classi II - III - IV - V

2019 - progetto “Æmilia e il radicamento mafioso in Emilia-Romagna”

IN COSTRUZIONE...

"Le mafie spiegate ai bambini: l'origine e la loro diffusione in Emilia-Romagna"

 "L'agenda rossa e la trattativa fra Stato e mafia"

Sito gestito in forma puramente volontaria a cura di: movimento Agende Rosse di Salvatore Borsellino - gruppo Mauro Rostagno - Modena