mercoledì 23 marzo 2016

Seguiamo l'apertura dello storico processo dalla aula adiacente all'aula bunker, gremita dai familiari degli imputati.(dalle prossime udienze accederemo direttamente all'aula bunker)

Prima udienza - rito ordinario - del più grande processo per mafia del nord Italia.

Un processo storico dal quale è doveroso partire per una nuova e rafforzata consapevolezza del radicamento mafioso in Emilia-Romagna. Questa è una giornata storica, che segna un punto di svolta. Essere qui non basta. Ecco perchè abbiamo deciso di condividero con chiunque ci leggerà, ciò che abbiamo visto e sentito.

APPROFONDIMENTI: L'importanza del processo AEmilia

RASSEGNA STAMPA

Aemilia, i verbali del pentito di ‘ndrangheta: “C’era patto con politico Pdl per lavoro in cambio di voti”
Il Fatto Quotidiano.it - 23 marzo 2016
Pino Giglio,
il primo pentito di ‘ndrangheta in Emilia Romagna
, sta parlando e confermando le ipotesi della Direzione distrettuale antimafia di Bologna.

Parti civili, il comune di San Felice chiede 25 milioni al costruttore Bianchini

Gazzetta di Reggio - 28 marzo 2016

Trenta milioni di euro di risarcimento, di cui 25 chiesti dall’avvocato Valeria de Biase per il Comune di San Felice e dei suoi cittadini. È il conto - provvisorio - che la Bassa ha...

cliccare sulla foto per ingrandire e, se presente, su "GO TO LINK"

Sito gestito in forma puramente volontaria a cura di: movimento Agende Rosse di Salvatore Borsellino - gruppo Mauro Rostagno - Modena