IL PIÙ GRANDE PROCESSO ALLA 'NDRANGHETA

PROCESSO

AEMILIA

EMILIA-ROMAGNA

PROCESSO

PESCI

in costruzione...

​PROCESSO

KYTERION

CALABRIA

DOPO AEMILIA

cliccare sul nome dell'inchiesta per accedere

LOMBARDIA

SITO_diagramma Aemilia_200521.jpg

I NOSTRI ULTIMI COMUNICATI STAMPA

13 ottobre 2021

- IN MERITO AL TOUR ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE ANTIMAFIA CORTOCIRCUITO -

Sabato 9 ottobre si è tenuto il primo tour dei beni confiscati di Aemilia grazie all’organizzazione dell’associazione CortoCircuito e alla guida del suo fondatore Elia Minari. Una giornata intensa che ci ha aiutato a comprendere ancor più profondamente non solo la fondamentale importanza del reimpiego dei beni confiscati, ma soprattutto la difficoltà della gestione e dell’assegnazione dovuta a un vero e proprio “tappo” burocratico, motivo per cui riteniamo necessario intervenire sulla normativa antimafia in questo ambito.

Rimarchiamo la ferita al cuore che proviamo ogni volta che varchiamo il cortile del Tribunale di Reggio Emilia al pensiero che l’aula bunker sia stata degradata – ma “solo” per 25 anni – a mero spogliatoio. Un segnale che riteniamo pessimo: la storia che quell’aula ha vissuto avrebbe meritato un museo alla memoria e uno spazio vivo adibito alla società civile e agli incontri con gli studenti.

Non ci ha stupito la tensione creatasi da un incalzante Elia Minari che ha risposto prontamente alla sterile polemica iniziale della sindaca di Brescello; abbiamo atteso e spesso sollecitato anche noi quelle parole di condanna e discontinuità nei confronti dell’amministrazione precedente quando il gruppo Agende Rosse di Reggio Emilia sedeva nella Commissione Legalità di Brescello.

Parole che pare sia troppo difficile – sconveniente? –  pronunciare, come è stato palese a tutti i presenti in piazza.
Molto incisiva e diretta la dott.ssa Lucia Musti che ha rimarcato quanto le mafie si siano radicate nel nostro territorio, definendo la nostra regione terra di mafia e sottolineando quindi la necessità di non mollare mai la presa.


Rinnoviamo, come sempre, piena vicinanza e gratitudine al sindaco Enrico Bini per la sua coraggiosa opera di denuncia portata avanti in un periodo in cui, chi osava accendere i riflettori veniva visto come un visionario.

 

Movimento Agende Rosse Rita Atria di Reggio Emilia e provincia
Movimento Agende Rosse Mauro Rostagno di Modena

VAI A: COMUNICATI STAMPA PRECEDENTI